venerdì 17 giugno 2016

... e poi??!



Pescara è ormai alle mie spalle. Sono soddisfatto di come sono andate le cose. Scopro piacevolmente che ho voglia di faticare, di allenarmi. Credevo che dopo la fatica del 70.3 avrei tirato i remi in barca e addirittura smesso per un po’, invece no. Sono già rientrato in acqua e ho cominciato anche la buona abitudine di andare e tornare dal lavoro con la mia fedele Wilier Zero 9. Non sono molti chilometri, sedici in tutto, ma come si dice… tutto fa brodo e facendo i conti della serva, alla fine del mese mi porto a casa oltre 320 km, che non sono pochi.
Il prossimo mese credo di spararmi l’olimpico di Scanno, ho già prenotato l’albergo e mi manca solo l’iscrizione alla gara. Stefano mi ha dato l’ok.
La piscina dove mi alleno, chiuderà tra una paio di settimane, lasciandomi all’asciutto fino a settembre, sarò costretto a cercare un altro posto dove nuotare, magari all’aperto così prendo anche la tintarella.
Pensavo allo Stadio del Nuoto o all’acqua Aniene.
Guardo avanti e non nascondo che mi piacerebbe provare subito un altro Ironman…. magari a Pula.

1 commento:

Licenza Creative Commons
runisnow è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.