martedì 12 aprile 2016

#maratonadiroma2016

Ad essere sincero, un po' ho rosicato. Avrei voluto farla, ma purtroppo non era nel programma d'allenamento verso Pescara. Nella vita bisogna fare delle scelte e le mie, sportivamente parlando, prevedevano altri traguardi. 
Anche se ultimamente non ho molta voglia di allenarmi e lo faccio per senso del dovere e soprattutto per non farmi male all'appuntamento dell'anno (70.3), la fatica di Filippide me la sarei "sparata" volentieri.
Il prossimo anno però, vorrei esserci. Far parte dello spettacolo. Senza eccessi dovuti alla spasmodica ricerca di una prestazione apicale, ma solo per il gusto di dire "io c'ero!". La maratona è davvero una festa.Quest'anno me ne sono accorto ancor di più guardandola da fuori. Tutti questi ragazzi/e che mi passavano davanti, mi hanno lasciato un senso d'incompiuto, la classica occasione persa. Pazienza. Per ora non mi rimane che fare i comlimenti a tutti coloro che sono riusciti a passare sotto l'arco d'arrivo, poco importa se in due ore o in sette. L'importante era esserci.

1 commento:

Licenza Creative Commons
runisnow è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.