sabato 31 gennaio 2015

Garmin Fenix 2

Il mio pensiero...
C'è stato un giorno in cui ho deciso di complicarmi la vita. Oltre alla corsa mi sono "buttato" in acqua e non solo.... ho comprato una bicicletta. Triathlon!
Una nuova sfida con me stesso. Vedere dove era possibile arrivare alla soglia dei 40 anni, con tanta forza di volontà e pochissima attitudine alla velocità e alla resistenza.
Fino a che ho camminato con la corsa a fianco, mi sono preoccupato di registrare i miei "dati", con tutto ciò che al momento, mi sembrava adeguato (registrare i propri progressi è fondamentale per chi corre, soprattutto per chi comincia, sono iniezioni di fiducia in dose massiccia). Applicazioni per smartphone in primis (runtastic) e poi, leggendo qui e là, mi sono convinto a comprare un gps. Stavo diventando grande e quel "frigorifero" al braccio diventava sempre più grande.
Garmin, per un profano come me, rappresentava un acquisto di indubbio valore, ho così optato per un Forerunner 210. Scelta azzeccatissima. 
Per il triathlon però, non poteva bastare, e così, un desiderio celato nei miei sogni, è diventato realtà e mi sono ritrovato tra le mani (al polso in verità) uno dei migliori prodotti di casa Garmin, il Fenix 2.
L'aspetto estetico mi ha subito conquistato. 
Più pesante di un classico Forerunner, con i suoi 90 grammi ca. è comunque comodo da portare, anche se, per via delle dimensioni del quadrante sarebbe meglio avere un polso grande (non lo consiglierei a una ragazza). 
Dopo aver letto  le 38 pagine del manuale (scaricato online), ho cominciato a prendere confidenza con il fenix 2. Molto intuitivo, soprattutto nelle funzioni base dei vari sport. I pulsanti corrispondono esattamente a quelli del forerunner 210.
Ottimo per la registrazione delle attività dei "miei" tre sport, anche se in acqua ogni tanto "buca" qualche vasca. 
Nella corsa, preciso e puntuale, ha ridottissimi tempi di aggancio del segnale satellitare. Ricco il menù di opzioni di corsa, dalle ripetute, ad allenamenti mirati basati sul passo, velocità, resistenza. Mi è piaciuta molto anche la facoltà di poter scegliere che tipo di informazioni visualizzare sul quadro principale, durante l'attività sportiva, e, con un semplice click, nei quadranti secondari.
Dotato di barometro, bussola e altimetro, questo GpS credo dia il meglio di se nelle escursioni in montagna e soprattutto nei trail. 
Una cosa che mi ha entusiasmato è il fatto di poter ricevere (quando collegato mediante bluetooth), i messaggi del proprio smartphone direttamente sul quadrante del Fenix 2... whatsapp, chiamate perse, sms, notifiche fb
Con il bluetooth inserito la resistenza della batteria cala vertiginosamente e non è possibile utilizzare gli altri sensori Ant+ (fascia cardio).
Quando dotato di fascia cardio HRM-RUN, fornisce: cadenza, tempo di contatto con il suolo e oscillazione verticale!! 
Nella dotazione base, oltre il carica batteria con cavo USB, è presente un secondo cinturino a scratch.
Al momento sono soddisfattissimo di avere a disposizione uno strumento di livello così alto e mi sento di consigliarlo a tutti quelli che vogliono fare.... un salto in avanti!! 
Probabilmente il mercato offrirà soluzioni migliori per chi è alla ricerca di un GpS multisport, ma per il mio fabbisogno sportivo, il Garmin Fenix 2 è sicuramente un prodotto a cinque stelle. 


Nessun commento:

Posta un commento

Licenza Creative Commons
runisnow è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.